Chirurgia Ricostruttiva
29
page-template-default,page,page-id-29,bridge-core-2.0.6,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-19.3,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive,elementor-default
 

Chirurgia Ricostruttiva

Rigenerare l’armonia di prima

La chirurgia ricostruttiva è una branca della chirurgia plastica volta a correggere malformazioni congenite o postume a traumi, incidenti, tumori o malattie, riparando la funzionalità dell’ organo trattato. Spesso essa viene affiancata dalla chirurgia estetica per fare in modo che, oltre al ritorno della giusta funzionalità dell’ organo operato vi sia anche una ricostruzione di tipo estetico per riportare il tutto alla giusta armonia.La chirurgia plastica è una delle poche specializzazioni chirurgiche non “distrettuali” o di “apparato” opera quindi su qualsiasi distretto corporeo. Ciò comporta che la chirurgia plastica abbia diverse sub-specializzazioni: la chirurgia della testa-collo, la chirurgia della mammella, la chirurgia della mano, il rimodellamento corporeo (il cosiddetto body-contouring), la chirurgia degli arti inferiori, la chirurgia delle ustioni, la chirurgia ricostruttiva, e la chirurgia estetica (o cosmetica, che è una branca della chirurgia plastica, e non esiste come specializzazione isolata).

Chirurgia ricostruttiva – quando viene utilizzata

Malformazioni congenite

Postumi da ustioni

  • Esiti di traumi
  • In seguito a grandi dimagrimenti

Esiti di chirurgia generale o oncologica

 Alcuni esempi di interventi  di chirurgia ricostruttiva :

  • Rimodellamento corporeo in esiti di dimagrimento: Lifting interno coscia, Addominoplastica, Mastoplastica riduttiva o mastopessi
    > Chirurgia Mammaria Ricostruttiva post-oncologica
    > Chirurgia Dermatologica
    > Chirurgia del seno: sostituzione protesi
  • Chirurgia degli ustionati e delle cicatrici
    >Chirurgia della labiopalatoschisi

 

×